Hendioke's Lair

In the deep of the dragon

450 anni, e un giorno, dalla nascita del Bardo

Col mio consueto ritardo, scrivo questo post per commemorare la nascita del bardo di Albione, William Shakespeare, e come diceva il mio insegnante di teatro al Liceo: “I Greci e Shakespeare esauriscono il teatro, il resto è contorno”.

william_shakespeare_1609

Il Bardo in tutta la sua pelata gloria

Anche se questo è un blog letterario con puntate ogni tanto nel cinema e, spero presto, nei videogiochi, è impossibile ignorare Shakespeare se anche solo una volta nella vita si sono messe quattro parole in croce per intrattenere qualcuno o anche solo se stessi. Shakespeare ha scritto opere talmente potenti e così rivoluzionarie in ambito teatrale che il terremoto della sua produzione ha presto investito ogni altro ambito della narrativa e oggi, a quattro secoli di distanza, siamo talmente impregnati di Shakespeare da non potercene dire non influenzati, sia che noi si cerchi di evocare meravigliosi mondi di fantasia o si stia scavando nella sordida e spicciola psicologia della casalinga rompiballe del terzo piano.

Pertanto, grazie oh Sommo, ovunque tu sia spero stia ancora componendo, che quando sarò dall’altra parte sarebbe bello poter assistere a qualche spettacolo.

Visto che parlando di Tolkien ho provato a rispondere alla domanda “Cosa ci ha insegnato Tolkien?” riportandone un brano farò lo stesso col buon William che, secondo me, ha nascosto una fondamentale verità sulla scrittura nel prologo del suo bellissimo Enrico V.

Oh, aver qui una Musa di fuoco,

che possa ascendere

al più radioso cielo dell’invenzione!

E un regno per scenario,

principi per attori,

una platea di re per spettatori

di questa grande rappresentazione!

Vedremmo allora agir, come dal vero,

su questa scena, il bellicoso Enrico,

nel portamento simile a Marte,

recandosi al guinzaglio come cani

impazienti di agire al suo comando,

la fame, il ferro, il fuoco…

Perdonate, cortesi spettatori,

le nostre disadorne e anguste menti

se abbiamo osato presentarvi qui,

su questo nostro indegno palcoscenico,

sì grandioso argomento.

Come potrebbe mai questa platea

contenere nel suo ristretto spazio,

le sterminate campagne di Francia?

Come stipare in questa “O” di legno

pur solo gli elmi che tanto terrore

sparsero per l’aria di Azincourt?

E perciò, vi ripeto, perdonateci;

ma se può un numero, in breve spazio,

con uno sgorbio attestare un milione,

che sia concesso a noi, semplici zeri

d’un sì grande totale, stimolare

col nostro recitar le vostre menti.

Immaginate dunque che racchiusi

nella cinta di queste nostre mura

si trovino due regni assai potenti,

e che le loro contrapposte fronti

alte erigentesi su opposte sponde

separi un braccio di rischioso mare.

Sopperite alle nostre deficienze

con le risorse della vostra mente:

moltiplicate per mille ogni uomo,

e con l’aiuto della fantasia

createvi un poderoso esercito.

Quando udrete parlare di cavalli

pensate di veder cavalli veri

stampar l’orme dei lor superbi zoccoli

sopra il molle terreno che le accoglie.

Sarà così la vostra fantasia

a vestire di sfarzo i nostri re,

a menarli dall’uno all’altro luogo,

saltellando sul tempo,

e riducendo a un volger di clessidra

gli eventi occorsi lungo diversi anni;

e a questo fine vogliate permettere

a me, Coro, d’entrare in questa storia,

e di pregarvi qui, in veste di Prologo,

di ascoltar con benevola pazienza

il dramma che vi andiamo a presentare,

e con molta indulgenza giudicarlo.

 

Per i più pigri, ecco come è stato reso nell’omonimo film con Kennet Branagh

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “450 anni, e un giorno, dalla nascita del Bardo

  1. Pienotto in ha detto:

    Hendioke, mi spiace vedere che non posti più da un bel po’! Mi sei sempre parso equilibrato e ragionevole, per questo ti leggo con piacere.
    Buona fortuna con la tua vita.

    • Hendioke in ha detto:

      Grazie 😀 sapere che quel che si scrive viene apprezzato è sempre bello ^^
      purtroppo i miei tempi di pubblicazione sono sempre biblici e il post attualmente in lavorazione si sta rivelando dannatamente lungo ^^’ ma prima di partire per le vacanze dovrei farcela a metterlo online 😉
      Buona fortuna anche a te per qualsiasi impresa tu stia affrontando al momento, grande o piccola che sia 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: